Sistemi di Backup

Una notevole influenza sulla operatività di una azienda è costituita dai tempi di inattività dovuti alla perdita dei dati. Attualmente il backup dei dati sta assumendo un ruolo indispensabile per la protezione dei dati, superiore anche ad altre tipologie di software, come antivirus e firewall.
L’archiviazione di rete condivisa è un elemento essenziale in un’azienda, la nostra linea di NAS garantisce altissime prestazioni ed affidabilità per la sicurezza e la gestione dei dati, il tutto con un ridottissimo consumo energetico.

VANTAGGI
Oltre a centralizzare l’immagazzinamento dei dati in un solo posto invece che separarli su diversi PC di una rete, sono unità altamente specializzate dal punto di vista delle prestazioni e della sicurezza dei dati: gran parte di tali sistemi può implementare schemi RAID che permettono ai dati di sopravvivere anche nel caso in cui uno dei dischi si rompa, e permettono altresì di aggiungere e rimuovere dischi senza disattivare l’unità (hot swap).Nei NAS venduti dalla Key Seven è possibile impostare l’assegnazione dei permessi di accesso con password ed utente.

Servizi

 

  • Backup dati Automatizzato
  • Backup aggiuntivo su disco esterno
  • Web server – poter accedere ad i dati dall’ esterno
  • FTP Print
  • Server Stazione Multimediale
  • Stazione di videosorveglianza
  • Servizio ITUNES
  • Server MYSQL
  • Servizio QPKG
  • Collegamento con UPS

 

Che cosa è un nas?

Sistemi di backup   E’ un dispositivo collegato ad una rete di computer la cui funzione è quella di condividere tra gli utenti della rete una area del disco. I NAS sono generalmente, ma non necessariamente, dei computer ridotti, con a bordo il minimo necessario per poter comunicare via rete. Oggigiorno i NAS più diffusi sono dei PC dotati solitamente di sistema operativo Linux (comunque non visibile dall’utente), e numerosi hard disk per l’immagazzinamento dei dati. Questa architettura ha il vantaggio di rendere disponibili i file contemporaneamente su diverse piattaforme come ad esempio Linux, Windows e Mac OSX in quanto il sistema operativo implementa i servizi di rete per tutti gli standard più diffusi quali ad esempio FTP, Network File System (NFS) e Samba per le reti Windows.

È importante

Ogni settimana qualcuno dei miei clienti mi prega di recuperargli le foto o, peggio, la contabilità da un hard disk rotto. Molte volte ciò non è possibile e bisogna rivolgersi ad aziende specializzate (Key Seven Computer) che si occupano proprio di questo, ma a costi piuttosto alti.
Per evitare tutto ciò è bene pianificare un backup dei dati, ma prima vediamo le regole di base:
1) i vostri dati non devono stare su un solo hard disk
2) evitate di fare il backup dei dati su CD oppure DVD
3) eviate di fare le copia di backup “a mano” perché tanto non ve lo ricorderete
Quindi, in virtù di queste tre semplice regole, vi serve almeno un hard disk in più (io ne uso due oltre quello sul quale normalmente lavoro, che è partizionato).
Lo scenario migliore è il seguente:
1) Un hard disk da 500 GB partizionato così: 100 GB per il sistema operativo, 400 GB per i dati
2) Un disco da 500 GB interno in cui effettuare il backup dei dati
3) Un disco da 500 GB (oppure 1 terabyte) esterno su USB in cui effettuare una seconda copia dei dati
4) Un software che esegue periodicamente ed in automatico il backup dei dati
Esaminiamo il primo punto: un disco partizionato ci permette di formattare tranquillamente il sistema operativo (posta nella prima partizione) senza preoccuparci della copia/spostamento dei dati, perché si trovano nella seconda partizione. Quindi questo ci rassicura in caso di attacco da parte di virus o danneggiamento del sistema operativo.
Il punto 1 però non ci mette in salvo da problemi hardware relativi al disco fisso: se esso si brucia o si rompe, perderemo tutti i dati. Ecco quindi che è necessario un secondo hard disk, meglio se interno al PC, in modo da avere un accesso dati in lettura/scrittura più veloce.
Il punt1 1 e 2, insieme con il punto 4 già basterebbero per avere un buon livello di sicurezza. Se poi vogliamo il massimo, anche in termini di praticità, è conveniente aggiungere un altro disco di backup, questa volta esterno. La scelta di renderlo esterno è per una questione di praticità: se vi assentate per un lungo periodo e volete tenere i dati al sicuro (ad esempio da furto), potete sempre decidere di portare con voi il disco esterno o riporlo in luogo sicuro.